Monte Soubeyran e il Sentiero Roberto Cavallo

Panorama
Divertimento
Impegno fisico
Difficoltà tecnica
Media

Anche oggi, come per il giro di Cima delle Lobbie si va alla scoperta, vorremo fare un giretto tranquillo tranquillo e troviamo sulla carta un anello che parte esattamente dalla nostra tenda. Il fatto che la gestrice del campeggio ce lo consiglia come trekking, il sentiero Roberto Cavallo, dovrebbe farci insospettire, ma noi iniziamo il giro tranquilli, tranquilli. 🙂

Saliamo in sella, 2 minuti, il sentiero diventa ripido e via bici in spalla. Scopriamo 100m più in alto che potevamo salire comodamente in sella dalla sterrata che passa davanti alla nostra tenda! Finito il tratto di portage, la sterrata sale con costanza per altri 300m, il fondo è abbastanza smosso ma con le gambe fresche non ci crea grossi problemi e riusciamo a goderci il panorama.
A quota 2100m dobbiamo abbandonare la sterrata a favore di un sentiero che sale sui Prati Murtier verso Punta Bessi. Purtroppo la pendenza è tanta e dobbiamo spingere per lunghi tratti la bici. Il traverso finale prima della punta è praticamente tutto pedalabile ma esposto.
Il sentiero continua verso Passo della Cavalla e permette di fare alcuni tratti in sella, ma molto dipende anche dalla gamba. L’ultimo tratto prima della caserma e del passo è rigorosamente bici in spalla.
Sul Passo della Cavalla incontriamo un gruppetto di biker e parlando ci consigliano di allungare un po’ e salire fino in cima al Monte Soubeyran perchè la discesa sarà tutta su cresta. Michela mette subito da parte i nostri proposito di riposo, si carica la bici in spalla e sale come uno stambecco sul ripidissimo sentiero che porta in vetta. Mestamente arranco dietro cercando di non scivolare disotto! Il consiglio però è stato giusto, dalla cima il panorama è magnifico.

Fatte le foto di rito ci prepariamo a scendere sulla cresta. Io sono un po’ preoccupato, se è ripida come quella che abbiamo fatto a salire è la fine. Lascio i freni e inizio a scendere. Bella, bella, bella, questa cresta è fantastica, ripida ma non molto, affilata ma non troppo, sembra quasi di precipitare nella valle sottostante e di poter toccare le cime in lontananza. Arriviamo a Colle Aguya, prima, e a Colle delle Munie, dopo, con il sorriso fino alle orecchie. Brevissimo tratto tecnico fino al Lago delle Munie e via veloci su un trail flow verso il Bivacco Bonelli.

Al bivacco, il sentiero inizia ad incattivirsi, diventa ripido, smosso e pieno di tornantini. Sopra al Lago di Visaia, finiscono definitivamente i giochi, la pendenza aumenta, le curve si stringono e i sassi diventano sempre più grandi, rimanere in sella è una bella sfida che con molta tecnica e cattiveria si può vincere. Arriviamo alla tenda distrutti.

Doveva essere un giretto facile, ma si è dimostrato l’esatto contrario. Panorami mozzafiato, escursione sul Monte Soubeyran assolutamente da fare se si ama il tecnico e lo sfasciume.

Distanza totale: 17.03 km
Altitudine massima: 2706 m
Altitudine minima: 1632 m
Totale salita: 1112 m
Totale discesa: -1201 m
Tempo totale: 06:07:04
Esegui il login per scaricare la traccia
Share on Facebook0Tweet about this on TwitterShare on Google+0

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *