Sprone Maraoni

Panorama
Divertimento
Impegno fisico
Difficoltà tecnica
Media

Sotto consiglio di amici e incuriositi dal nome, Sprone Maraoni, decidiamo di andare a Morolo per questo bel giro. Partiamo poco oltre il paesino e ci dirigiamo verso Supino da dove inizia la lunga salita asfalta. Percorriamo a passo lento la strada, veramente poco trafficata, che sale con pendenza costante, e cerchiamo di far passare la noia godendoci il panorama, ma visto che nel 2015 abbiamo fatto indigestione di asfalto la cosa risulta veramente dura.

Arriviamo a Pian della Croce, con “gioia” ci mettiamo la bici in spalla, finalmente l’asfalto è finito! Saliamo così quasi fino al Monte Semprevina dove perdiamo il sentiero e siamo costretti a inventare; per fortuna è discesa e tra un ramo e l’altro troviamo la retta via.
Da qui con leggeri sali scendi e alcuni brevi tratti a spinta passiamo tra il Monte Pisciarella 🙂 e il Monte Alto per arrivare sotto lo Sprone Maraoni

Il sentiero che riporta a Morolo è veramente bello, single track dall’inizio alla fine con un’infinità di tornantini e alcuni passaggi impegnativi. Peccato solo che gli ultimi due chilometri erano pieni di fango che, benché rendesse la guida più divertente, ha costretto Michela a numerose soste per liberare la ruota dal fango per permettergli di girare e a me di fare l’ultimo tratto a piedi visto che mi ha mangiato i tacchetti dei v-brake.

E’ un giro sicuramente da rifare cercando di fare meno asfalto ed evitando periodi piovosi

Distanza totale: 27.61 km
Altitudine massima: 1393 m
Altitudine minima: 274 m
Totale salita: 1276 m
Totale discesa: -1267 m
Tempo totale: 07:04:24
Esegui il login per scaricare la traccia

Lascia un commento